OncoGinecologia.net
OncologiaMedica.net
Mediexplorer

Effetto della mancata assunzione di arachidi sulla allergia alle arachidi dopo precoce consumo di arachidi


In uno studio randomizzato, l'introduzione precoce di arachidi nella dieta di bambini ad alto rischio di allergia ha dimostrato di prevenire l'allergia alle arachidi.

In uno studio di follow-up, si è determinato se il tasso di allergia alle arachidi fosse rimasto basso dopo 12 mesi di mancata assunzione di arachidi tra i partecipanti che avevano consumato arachidi durante lo studio primario ( gruppo con consumo di arachidi ), rispetto a coloro che avevano evitato le arachidi ( gruppo senza consumo di arachidi ).

Alla fine dello studio primario, tutti i partecipanti sono stati istruiti a evitare le arachidi per 12 mesi.

L'esito primario era la percentuale di partecipanti con allergia alle arachidi, alla fine del periodo di 12 mesi, quando i partecipanti avevano 72 mesi di età.

Sono stati arruolati 556 dei 628 partecipanti idonei ( 88.5% ) dallo studio primario; 550 partecipanti ( 98.9% ) avevano dati completi di esito primario.

Il tasso di adesione alla mancata assunzione nello studio di follow-up è stato elevato ( 90.4% nel gruppo senza consumo di arachidi e 69.3% nel gruppo con consumo di arachidi ).

L’allergia alle arachidi a 72 mesi è risultata significativamente più diffusa tra i partecipanti al gruppo senza consumo di arachidi che tra quelli del gruppo con consumo di arachidi ( 18.6%, 52 su 280 partecipanti vs 4.8%, 13 su 270, P minore di 0.001 ).

Tre nuovi casi di allergia si sono sviluppati in ciascun gruppo, ma dopo 12 mesi di mancata assunzione non vi è stato alcun aumento significativo della prevalenza di allergia tra i partecipanti al gruppo con consumo ( 3.6%, 10 su 274 partecipanti a 60 mesi e 4.8%, 13 su 270 a 72 mesi, P=0.25 ).

Meno partecipanti nel gruppo con consumo di arachidi rispetto al gruppo senza consumo di arachidi avevano alti livelli di IgE specifiche per Ara h2 ( un componente delle proteine delle arachidi ) e IgE specifiche per le arachidi; inoltre, i partecipanti nel gruppo con consumo di arachidi hanno continuato ad avere un più alto livello di IgG4 specifiche per le arachidi e un più alto rapporto IgG4 : IgE specifiche per le arachidi.

In conclusione, tra i bambini ad alto rischio di allergie nei quali erano state introdotte le arachidi nel primo anno di vita con continuazione fino a 5 anni di età, un periodo di 12 mesi senza arachidi non è risultato associato a un aumento della prevalenza di allergia alle arachidi.
Gli effetti a lungo termine non sono noti. ( Xagena2016 )

Du Toit G et al, N Engl J Med 2016; 374: 1435-1443

Med2016 Allergo2016



Indietro